Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 21 febbraio 2013

Essere belli

Bellezza non sono i capelli lunghi, le gambe magre, la pelle abbronzata e i denti perfetti…
Bellezza è il viso di chi ha pianto e ora sorride,
bellezza è la cicatrice sul ginocchio di quando sei caduta da bambina…
Bellezza sono le occhiaie quando l’amore non ti fa dormire…
Bellezza è l’espressione sulla faccia quando suona la sveglia la mattina, è il trucco colato quando esci dalla doccia,
è la risata quando fai una battuta che capisci solo tu…
Bellezza è quando piangi per le tue paranoie, bellezza sono le rughe segnate dal tempo.
Bellezza è tutto quello che proviamo dentro e si manifesta al di fuori.
Bellezza sono i segni che la vita ci lascia addosso, i pugni e le carezze che i ricordi ci lasciano.
Bellezza è lasciarsi vivere.
Bellezza è lasciarsi vivere!

– LUCA –

Immagine

Read Full Post »

Mi piace la gente che non guarda se l’erba del vicino è più verde, bensì cura con amore il proprio giardino.

Mi piace la gente che ogni giorno ringrazia il mondo d’avere il pane sulla tavola pensando non sia poi così scontato…

Mi piace la gente che prega per i propri affetti, ma anche per i propri nemici, affinché trovino la strada della luce.

Mi piace la gente che sa scrollarti di dosso la fatica con un sorriso…

E infine, mi piace la gente che non ha bisogno di troppe paroleperché con gesto, mi sa riempire un silenzio.

Anna Biason

Immagine

Read Full Post »

Un anziano saggio cinese stava camminando per i campi innevati,
quando incontrò una donna che piangeva.
“Perché stai piangendo?” chiese.
“Perché sto pensando alla mia vita, la mia giovinezza,
la bellezza che vedevo nello specchio e l’uomo che amavo.
Dio è crudele per aver dato la capacità di ricordare.
Egli sapeva che un giorno avrei ricordato la primavera della mia vita, e avrei pianto.”
Il saggio rimase in piedi lì nella neve, guardando un punto fisso e contemplando.
Ad un certo punto, la donna smise di piangere:
“Cosa vedi laggiù?” ella chiese.
“Un campo di rose,” rispose il saggio.
“Dio è stato generoso con me perché mi ha dato la possibilità di ricordare.
Egli sapeva che d’inverno, avrei potuto sempre immaginare la primavera”.
E sorrise.
– Paulo Coelho –

Immagine

Read Full Post »

Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
Improvvisamente un’immensa pesantezza è caduta su di me, e non so dove fuggire.
Non ho più voglia di vivere.
Dove sei Signore?

Trascinato senza vita, verso un deserto immobile, soltanto ombre circondano le mie frontiere.
Come posso uscirne?
Pietà di me, mio Dio…

Ignacio Larrañaga 

Immagine

Read Full Post »

Cosa resta del giorno

Luis Antonio Tagle nasce a Manila 56 anni fa (è 2 anni più giovane di quando Karol Józef Wojtyła venne eletto Papa). Nel 2001 Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Imus. Nel 2005 è il vescovo più giovane a prendere parte al Sinodo sull’Eucaristia. Viene nominato da Benedetto XVI cardinale presbitero di San Felice da Cantalice a Centocelle nel concistoro ordinario pubblico del 24 novembre 2012.

Luis Antonio Tagle

Mons. Tagle ha concluso il suo intervento invitando i cristiani asiatici a non cristallizzare la fede come un oggetto da museo tenuto in vetrina per la gioia di pochi privilegiati. La Chiesa deve porsi in ascolto dell’uomo per avere poi la capacità di raccontare la storia di Gesù ad ogni uomo con rispetto e attenzione, ma senza alcun timore. Il non annunciare Gesù è il fallimento di una responsabilità: la natura stessa della Chiesa, il suo compito e il suo apporto consiste proprio…

View original post 586 altre parole

Read Full Post »

Conclave /2 – Marc Ouellet.

Read Full Post »

Read Full Post »

L'anarchia del Gatto e dei Gemelli!

Un mio favorito per occupare il soglio di Pietro ce l’ho: Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose, costruttore di una realtà pienamente cristiana, pienamente attuale, pienamente conciliare.

So che le probabilità che i cardinali elettori riuniti in conclave indichino un nome esterno al loro consesso sono minime. Eppure erano minime anche le probabilità che un pontefice rinunciasse alla carica: non c’è precedente storico per questo gesto, mentre ce ne sono numerosi di elezioni extraconclave, Celestino V compreso.

Enzo Bianchi si è ritirato a Bose l’8 dicembre 1965, il giorno stesso in cui il Concilio Vaticano II giungeva a conclusione. Una data scelta simbolicamente per dare vita a un’esperienza di pura vita evangelica: Bose è una comunità che si fonda sì sulla tradizione cenobitica di san Paconio e san Basilio ma, soprattutto, è profondamente radicata nel Vangelo. Le sorelle e i fratelli di…

View original post 486 altre parole

Read Full Post »

Viviamo una sola volta, ma possiamo vivere quest’unica vita in modo tale che alla fine del viaggio sentiremo di aver vissuto migliaia di vite. Quest’obiettivo è quello che dobbiamo perseguire con tutte le nostre forze.
Sergio Bambaren

Immagine

Read Full Post »

Quando non stai più con la persona con cui vorresti stare, il pensiero di lei ti entra nella testa nei momenti più impensati. All’improvviso vieni assediato da ricordi e immagini. Succede ogni volta che il presente sembra passare nella tua vita senza
degnarti nemmeno di uno sguardo, e allora finisce che vivere negli angoli e nelle pieghe di giorni passati è più bello di ciò che stai vivendo.

*** FABIO VOLO ***Immagine

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: