Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘MISERICORDIA’ Category

Il Signore ci attende, aggiusta i nostri sbagli, prepara le nostre strade.

È un’attesa simile a quella di una coppia di genitori per il proprio figlio: ci aspetta e poi ci accompagna durante la storia.

L’amore del Signore è eterno e concreto e prepara la strada ad ognuno di noi, attraverso quelli che ci hanno preceduto: i nostri genitori, i nonni, i bisnonni.

Papa Francesco

Image

#JorgeMarioBergoglio  #papafrancesco  #spiritualità  #cristianesimo  #preghiere

#riflessioni #Papa #Dio #Gesù #Madonna

Read Full Post »

Lasciamo un posto libero a tavola:
un posto per chi manca del necessario,
per chi è rimasto solo.

Papa Francesco

Image

#JorgeMarioBergoglio #papafrancesco #spiritualità #cristianesimo #preghiere #riflessioni

#Papa #Dio #Gesù #Madonna #tweet

Read Full Post »

Un uomo sempre scontento di sé e degli altri continuava a brontolare con Dio perché diceva: “Ma chi l’ha detto che ognuno deve portare la sua croce? Possibile che non esista un mezzo per evitarla? Sono veramente stufo dei miei pesi quotidiani!” Il Buon Dio gli rispose con un sogno. Vide che la vita degli uomini sulla Terra era una sterminata processione. Ognuno camminava con la sua croce sulle spalle. Lentamente, ma inesorabilmente, un passo dopo l’altro. Anche lui era nell’interminabile corteo e avanzava a fatica con la sua croce personale. Dopo un po’ si accorse che la sua croce era troppo lunga: per questo faceva fatica ad avanzare. “Sarebbe sufficiente accorciarla un po’ e tribolerei molto meno”, si disse, e con un taglio deciso accorciò la sua croce d’un bel pezzo. Quando ripartì si accorse che ora poteva camminare molto più speditamente e senza tanta fatica giunse a quella che sembrava la meta della processione. Era un burrone: una larga ferita nel terreno, oltre la quale però cominciava la “terra della felicità eterna”. Era una visione incantevole quella che si vedeva dall’altra parte del burrone. Ma non c’erano ponti, né passerelle per attraversare. Eppure gli uomini passavano con facilità. Ognuno si toglieva la croce dalle spalle, l’appoggiava sui bordi del burrone e poi ci passava sopra. Le croci sembravano fatte su misura: congiungevano esattamente i due margini del precipizio. Passavano tutti, ma non lui: aveva accorciato la sua croce e ora era troppo corta e non arrivava dall’altra parte del baratro. Si mise a piangere e a disperarsi: “Ah, se l’avessi saputo…”. 

La croce è l’unica via di salvezza per gli uomini, ççççç l’unico ponte che conduce alla vita eterna. 

Bruno Ferrero 

Image

Read Full Post »


Cari giovani, Gesù vuole essere vostro amico, e vuole che trasmettiate la gioia di questa amicizia dappertutto.

Immagine

Read Full Post »

“La gioia di Signore è stata condividere la sua vita con noi. Il Libro della Sapienza dice che la gioia del Signore è fra i figli dell’uomo, con noi. Avvicinandosi il Natale, viene da pensare: se Lui ha fatto la sua storia con noi, se Lui ha preso il suo cognome da noi, se Lui ha lasciato che noi scrivessimo la sua storia, almeno lasciamo, noi, che Lui ci scriva la nostra storia. E quella è la santità: ‘Lasciare che il Signore ci scriva la nostra storia’. E questo è un augurio di Natale per tutti noi. Che il Signore ti scriva la storia e che tu lasci che Lui te la scriva. Così sia!”

( Papa Francesco stamani nella omelia a Casa Santa Marta )

Image

Read Full Post »

♥ Papa Francesco: “Misericordia verso le anime” ♥

“Misericordia, misericordia, misericordia”. È quanto ha detto Papa Francesco ai confessori della Basilica di Santa Maggiore che ha salutato uno per uno. Lo riferisce padre Ludovico Melo. “Voi siete i confessori – ha aggiunto il Papa -quindi siate misericordiosi verso le anime. Ne hanno bisogno”.

♥ Noi e LUI ♥

Immagine

Read Full Post »

” Vi chiedo un favore, PREGATE il Signore perché mi benedica. La PREGHIERA DEL POPOLO perché benedica il suo Vescovo.

PAPA FRANCESCO I – Jorge Mario Bergoglio

Immagine

Read Full Post »

Spirito Santo soffia su noi, un fiume di Pace, un mare d’amore!

Come una fonte dai la Tua gioia, Spirito Santo riempici di Te… 

Come una fonte Dai la Tua gioia Spirito Santo Riempici di Te

Spirito Santo soffia su noi, un fiume di Pace, un mare d’amore!

♥ Canzoni per Pregare ♥ ♥ Noi e LUI ♥

Immagineconclave, papa, 12 marzo, frasi, qualcosadime, spirito santo

Read Full Post »

Cerchiamo Dio per trovarlo e, dopo averlo trovato, cerchiamolo ancora.
Per trovarlo bisogna cercarlo perché è nascosto;
e dopo averlo trovato bisogna cercarlo ancora, perché è immenso.

Egli sazia chi lo cerca nella misura in cui riesce a comprenderlo,
e dilata la capacità di chi lo trova .

Sant’Agostino

Immagine

Read Full Post »

♥ Messaggio della Madonna di Medjugorje ♥
♥ 25 febbraio 2013 ♥

“Cari figli! Anche oggi vi invito alla preghiera. Il peccato vi attira verso le cose terrene ma io sono venuta per guidarvi verso la santità e verso le cose di Dio ma voi lottate e sprecate le vostre energie nella lotta tra il bene e il male che sono dentro di voi. Perciò figlioli, pregate, pregate, pregate affinché la preghiera diventi gioia per voi e la vostra vita diventerà un semplice cammino verso Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”
Noi e LUI

Immagine

Read Full Post »

Un anziano saggio cinese stava camminando per i campi innevati,
quando incontrò una donna che piangeva.
“Perché stai piangendo?” chiese.
“Perché sto pensando alla mia vita, la mia giovinezza,
la bellezza che vedevo nello specchio e l’uomo che amavo.
Dio è crudele per aver dato la capacità di ricordare.
Egli sapeva che un giorno avrei ricordato la primavera della mia vita, e avrei pianto.”
Il saggio rimase in piedi lì nella neve, guardando un punto fisso e contemplando.
Ad un certo punto, la donna smise di piangere:
“Cosa vedi laggiù?” ella chiese.
“Un campo di rose,” rispose il saggio.
“Dio è stato generoso con me perché mi ha dato la possibilità di ricordare.
Egli sapeva che d’inverno, avrei potuto sempre immaginare la primavera”.
E sorrise.
– Paulo Coelho –

Immagine

Read Full Post »

In realtà, è Gesù che cercate quando sognate la felicità; è lui che vi aspetta quando niente vi soddisfa di quello che trovate; è lui la bellezza che tanto vi attrae; è lui che vi provoca con quella sete di radicalità che non vi permette di adattarvi al compromesso; è lui che vi spinge a deporre le maschere che rendono falsa la vita; è lui che vi legge nel cuore le decisioni più vere che altri vorrebbero soffocare.

GIOVANNI PAOLO II

Immagine

Read Full Post »

Intorno alla stazione principale di una grande città, si dava appuntamento, ogni giorno e ogni notte, una folla di relitti umani: barboni, ladruncoli, marocchini e giovani drogati. 

Di tutti i tipi e di tutti i colori. Si vedeva bene che erano infelici e disperati. Barbe lunghe, occhi cisposi, mani tremanti, stracci, sporcizia. Più che di soldi, avevano tutti bisogno di un po’ di consolazione e di coraggio per vivere; ma queste cose oggi non le sa dare quasi più nessuno. 

Colpiva, tra tutti, un giovane, sporco e con i capelli lunghi e trascurati, che si aggirava in mezzo agli altri poveri naufraghi della città come se avesse una sua personale zattera di salvezza. Quando le cose gli sembravano proprio andare male, nei momenti di solitudine e di angoscia più nera, il giovane estraeva dalla sua tasca un bigliettino unto e stropicciato e lo leggeva. Poi lo ripiegava accuratamente e lo rimetteva in tasca.
Qualche volta lo baciava, se lo appoggiava al cuore o alla fronte. La lettura del bigliettino faceva effetto subito. Il giovane sembrava riconfortato, raddrizzava le spalle, riprendeva coraggio.
Che cosa c’era scritto su quel misterioso biglietto? Sei piccole parole soltanto: “La porta piccola è sempre aperta”. Tutto qui.

Era un biglietto che gli aveva mandato suo padre. Significava che era stato perdonato e in qualunque momento avrebbe potuto tornare a casa. E una notte lo fece. Trovò la porta piccola del giardino di casa aperta. Salì le scale in silenzio e si infilò nel suo letto. Il mattino dopo, quando si sveglio, accanto al letto, c’era suo padre. In silenzio, si abbracciarono.

Bruno Ferrero


Il biglietto misterioso spiega che c’è sempre una piccola porta aperta per l’uomo. Può essere la porta del confessionale, quella della chiesa o del pentimento. E là sempre un Padre che attende. Un Padre che ha già perdonato e che aspetta di ricominciare tutto daccapo.

Image

Read Full Post »

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: