Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘SE STESSI’ Category

SORRIDI
Sorridi al sole che illumina la terra e fa germogliare la vita
Sorridi al passero che si posa sul tuo davanzale in cerca di poche briciole
Sorridi al vecchio che ti regala i suoi saggi consigli e aiuta la sua mano tremante ti benedirà
Sorridi all’amico quando cerca il tuo sguardo ti chiede aiuto e sicurezza
Sorridi all’ammalato senza speranza il tuo sorriso sarà per lui la medicina più preziosa
Sorridi al sorgere di ogni nuovo giorno perché è un dono di Dio
Sorridi al timido bocciolo di un fiore anch’esso ti annuncia il miracolo della vita
Sorridi al frastuono dei bimbi essi sono la speranza di un mondo migliore
Sorridi all’amore in qualunque forma si manifesti esso vince il tempo e lo spazio
Sorridi davanti alle meschinità della gente senz’anima il tuo sorriso forse la farà ricredere
Sorridi quando ascolti note armoniose, la musica è linguaggio universale
Sorridi al tuo fratello dalla pelle più colorata, è in tutto simile a te
Sorridi e troverai la pace nel tuo cuore e in quello degli altri.

 Ishak Alioui 

Immagine

Read Full Post »

Mi piace pensare che ognuno di noi ha nelle stanze dell’anima, due cassetti speciali: il cassetto dei sogni e quello dei rimpianti.

Nella giovinezza apriamo spesso il cassetto dei sogni: ci piace sfogliarli, assaporarli, proiettarli mille volte nella mente.
Con il passare degli anni, il gesto di aprire quel cassetto diventa meno familiare, come se una ruggine sottile bloccasse i nostri gesti.
I sogni mai guardati impallidiscono, diventano trasparenti fino a essere invisibili.
Il cassetto dei sogni si svuota piano piano.
E pian piano, spesso senza che noi ce ne rendiamo conto, si riempie il cassetto dei rimpianti.

Capita poi che un giorno, per un colpo di vento, un incontro, un sorriso, il cassetto dei sogni si riapra d’improvviso, riportando con violenza dolorosa, l’eco dei sogni non vissuti, delle carezze non date, delle parole perdute.

Per ragioni misteriose, quel cassetto si riapre spesso intorno ai 40 anni, nelle donne, e intorno ai 50, negli uomini.
Forse perché in quei momenti, si trova finalmente il tempo di fermarsi e di fare un bilancio della propria vita.
Forse perché un evento esterno mette in discussione le nostre certezze, anche di futuro.

Per esempio, quando la malattia o la morte di una persona cara ci obbligano a riconoscere l’assoluta brevità della vita, effimera come un sospiro. O quando una nostra crisi esistenziale sotterranea si veste dei colori dell’innamoramento.
In questi momenti di verità con se stessi, e importante fermarsi. Per darsi il tempo di guardare quel cassetto dei sogni e quel cassetto dei rimpianti.

Non ho detto che si debba assecondare “per forza” o “perchè tutte lo fanno” il furore di un’attrazione antica.
Ma è importante riconoscere che c’è fame di emozioni, di tornare a sognare un po’, di riaprire quei margini di sorpresa che forse erano scomparsi dalla nostra vita troppo quieta.
Passerà? Tutto passa. Ma il punto è come si vive quello che poi passa.

“Tutti i mattini del mondo sono senza ritorno”, scrive Pascal Quignard nel libro delizioso -Tous le matin du monde-.

 

Forse è questa consapevolezza struggente che avevamo rimosso e che un incontro può farcela ritrovare, insieme al coraggio di riaprire il cassetto dei sogni.
Anche solo per un sorriso o una carezza.
Non so se ci può bastare…

Ma è un momento di meravigliosa intensità con cui sorprendersi di nuovo.

Immagine

Read Full Post »

Forse, ogni tanto, bisognerebbe proprio che qualcuno dei bambini che conosciamo, stufi marci di sentirsi chiedere in continuazione “Che cosa vuoi fare da grande?”, ci prendesse in disparte e, senza tanti giri di parole, ci chiedesse: “Ma tu, piuttosto, tu, si può sapere cosa hai fatto tu da grande? Che cosa ne è stato di quel senso di infinito che ti prendeva ogni anno, alla fine della scuola, davanti alla distesa sterminata di un’intera estate? Che cosa ne hai fatto dei tuoi sogni, ma quelli veri, quelli che contano: gli specchi da attraversare, i mondi alla rovescia, i paesi delle meraviglie, i rifugi segreti, gli amici immaginari, i voli, tutte quelle cose che ti stanno dentro, e ti nutrono l’anima, e ti fanno sentire voluto bene da te… Che cosa ne hai fatto, tu, del tuo tempo?”

Lella Costa

Immagine

Read Full Post »

Volete sentirvi liberi?
Allora, lavorate per nobilitare i vostri
pensieri e i vostri sentimenti,
poiché la vera libertà è la libertà interiore.
È ovviamente auspicabile essere liberi anche
di muoversi sul piano fisico, ma dovete considerare secondaria
questa libertà.
L’unica libertà cui valga la pena aspirare è
la libertà interiore.
A cosa vi servirebbe infatti poter andare
liberamente dove volete, se trasportate in voi pensieri e
sentimenti che vi avvelenano, che vi incatenano, e che
finirebbero un giorno per inchiodarvi ad un letto?
Di quale libertà si può parlare a quel punto?
Non dovete dunque cercare tanto la libertà fisica, poiché è
proprio questa che spesso offre tutte le possibilità di
smarrirsi e di cadere in trappola.
Cercate piuttosto la saggezza, l’amore, la verità, la giustizia e la bontà,
poiché allora, ovunque vi troviate e quali che siano le condizioni,
vi sentirete liberi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Immagine

Read Full Post »

Read Full Post »

Andrà tutto bene. Sii ottimista. Se delle nuvole scure stanno invadendo la tua strada, se ne andranno. Se ne vanno sempre. Il mondo è tondo. Tutto è tondo. La più grande invenzione di sempre, la ruota, è tonda. Tutto passa. Niente rimarrà uguale col tempo. Non importa in quanti casini ti sia cacciato, non importa quanti problemi tu abbia, riuscirai a superarli. Andranno via, proprio come quelle nuvole.

Noel Gallagher

Immagine

Read Full Post »

Se questa vita la smettesse di urlare
e cominciasse a sussurrare,
potremmo ancora sentire i battiti del nostro cuore.
Dal web

Immagine

Read Full Post »

Ascolta chi può aver bisogno di aiuto,
anche i suoi silenzi parlano.
Ascolta la bellezza dei ricordi ogni tanto,
per non dimenticare chi sei e da dove provieni.
Ascolta il rumore del vento,
sentirai brividi che neanche l’amante migliore potrà mai darti.
Ascolta la luce del sole,
ne sentirai il calore nelle nottate fredde.
Ascolta la voce del cuore,
ti condurrà in luoghi mai esplorati.
Ascolta il suono della ragione,
ti aiuterà a non perdere mai la dignità.

Giovanni Di Blasi

 

Immagine

Read Full Post »

Essere belli

Bellezza non sono i capelli lunghi, le gambe magre, la pelle abbronzata e i denti perfetti…
Bellezza è il viso di chi ha pianto e ora sorride,
bellezza è la cicatrice sul ginocchio di quando sei caduta da bambina…
Bellezza sono le occhiaie quando l’amore non ti fa dormire…
Bellezza è l’espressione sulla faccia quando suona la sveglia la mattina, è il trucco colato quando esci dalla doccia,
è la risata quando fai una battuta che capisci solo tu…
Bellezza è quando piangi per le tue paranoie, bellezza sono le rughe segnate dal tempo.
Bellezza è tutto quello che proviamo dentro e si manifesta al di fuori.
Bellezza sono i segni che la vita ci lascia addosso, i pugni e le carezze che i ricordi ci lasciano.
Bellezza è lasciarsi vivere.
Bellezza è lasciarsi vivere!

– LUCA –

Immagine

Read Full Post »

Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
Improvvisamente un’immensa pesantezza è caduta su di me, e non so dove fuggire.
Non ho più voglia di vivere.
Dove sei Signore?

Trascinato senza vita, verso un deserto immobile, soltanto ombre circondano le mie frontiere.
Come posso uscirne?
Pietà di me, mio Dio…

Ignacio Larrañaga 

Immagine

Read Full Post »

Quando non stai più con la persona con cui vorresti stare, il pensiero di lei ti entra nella testa nei momenti più impensati. All’improvviso vieni assediato da ricordi e immagini. Succede ogni volta che il presente sembra passare nella tua vita senza
degnarti nemmeno di uno sguardo, e allora finisce che vivere negli angoli e nelle pieghe di giorni passati è più bello di ciò che stai vivendo.

*** FABIO VOLO ***Immagine

Read Full Post »

La memoria è labile e capricciosa, ognuno ricorda e dimentica a suo piacimento.
Il passato è un quaderno dai molti fogli, su cui registriamo la vita con un inchiostro che cambia a seconda dello stato d’animo.
Isabel Allende

Immagine

Read Full Post »

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono reso conto che la sofferenza e il dolore emozionali sono solo un avvertimento che mi dice di non vivere contro la mia verità. Oggi so che questo si chiama
AUTENTICITA’

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito com’è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri, pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta, anche se quella persona ero io. Oggi so che questo si chiama
RISPETTO PER SE STESSI.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di desiderare un’altra vita e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda é un invito a crescere. Oggi so che questo si chiama

MATURITA’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito di trovarmi sempre ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto e che tutto quello che succede va bene. Da allora ho potuto stare tranquillo. Oggi so che questo si chiama
RISPETTO PER SE STESSI.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di privarmi del mio tempo libero e di concepire progetti grandiosi per il futuro. Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento, ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi. Oggi so che questo si chiama
SINCERITA’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono liberato di tutto ciò che non mi faceva del bene: cibi, persone, cose, situazioni e da tutto ciò che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stesso, all’inizio lo chiamavo “sano egoismo”, ma oggi so che questo è
AMORE DI SE’

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di voler avere sempre ragione. E cosi ho commesso meno errori. Oggi mi sono reso conto che questo si chiama
SEMPLICITA’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono rifiutato di vivere nel passato e di preoccuparmi del mio futuro. Ora vivo di più nel momento presente, in cui TUTTO ha un luogo. E’ la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo
PERFEZIONE.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono reso conto che il mio pensiero può rendermi miserabile e malato. Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore, l’intelletto è diventato un compagno importante. Oggi a questa unione do il nome di
SAGGEZZA DEL CUORE.

Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi.
Oggi so che QUESTO è LA VITA!

(Charlie Chaplin)

Immagine

Read Full Post »

Il segreto di un’esistenza felice e realizzata dipenda dalla direzione che si sceglie. E la chiave, figlio mio, è imboccare la tua strada, nessun’altra, solo quella che ti detta direttamente il cuore. Infatti, soltanto chi osa spingersi un po’ più in là scopre quanto può andare lontano, soltanto chi segue il proprio cammino ha la possibilità di vivere una vita basata sull’autenticità, l’amore, l’armonia.
Sergio Bambaren

Immagine

Read Full Post »

Io mi ricordo che c’era una clessidra come questa in casa di mio padre…
La sabbia scorre attraverso un forellino così sottile
che all’inizio sembra che il livello della parte superiore non debba cambiare mai.
Cominciamo ad accorgerci che la sabbia scorre via solo verso la fine.
Ma prima di allora ci vuole tanto… che non vale la pena di pensarci.
Poi all’ultimo momento,
quando non c’è più tempo,
ci si accorge che è troppo tardi…
ci si accorge che è troppo tardi per pensarci…

Gustav von Aschenbach

Immagine

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: