Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Testimonianza’ Category

La preghiera non è accendere una candela e lasciarla bruciare davanti al Signore, sperando che il fuoco ed il fumo commuovano il Signore. 
La vera preghiera è che io diventi una candela che si consuma lentamente davanti a lui sul lavoro, tra gli amici, nel silenzio.
 Ernesto Olivero 

Immagine

Read Full Post »

Image

Read Full Post »

Tra tutte le ricchezze, la mia famiglia è quella più grande e pure quella che non ho dovuto conquistarmi, forse è così, le più grandi ricchezze sono gratuite e in collegamento diretto con il cuore.
Stephen Littleword 

Image

#frasibelle #frasibellissime #frasiaforsimicitazioni #frasi

#qualcosadime #sensodellavita #amicizia #amici

Read Full Post »

Credo alle persone.
Ma non a tutte.
Credo ai bambini,
perché se gli credi sono capaci di insegnarti grandi cose.
Credo alle persone che quando non hanno nulla da dire sanno restare in silenzio.
A quelle che comunicano con gli sguardi.
E a quelle che, ogni tanto, abbassano lo sguardo e arrossiscono.
Credo ai poeti,
perché raccontano il vento e le stelle,
e il vento e le stelle non mentono mai.
Credo alle persone che soffrono ma non ostentano il proprio dolore.
Credo ai solitari,
perché non hanno bisogno di mostrarsi quelli che non sono per piacere a tutti.
Credo a chi ha sogni impossibili,
perché è grazie a loro che le cose impossibili possono diventare possibili.
E, infine, credo – credo a tutte le persone che credono in qualcosa.
Ma solo a quelle che ci credono davvero.
Nicole, Ossimoro Tossico – TUMBLR

Immagine

#frasibelle  #frasibellissime  #frasiaforsimicitazioni  #sensodellavita  #qualcosadime

#frasiaforismi #frasi

Read Full Post »

Non puoi dimenticare chi un giorno ti faceva sorridere, chi ti faceva battere il cuore, chi ti faceva piangere per ore intere.
Le persone non si dimenticano. Cambia il modo in cui noi le vediamo, cambia il posto che occupano nel cuore, il posto che occupano nella nostra vita.
Ci sono persone che hanno tirato fuori il meglio di me, eppure adesso tra noi, c’è solamente un semplice “ciao”.
Ci sono ex amiche con la quale ho condiviso i momenti più importanti della mia vita, ex amiche a cui confidavo i miei segreti, con cui uscivo ogni giorno.
Ci sono persone che hanno preso il mio cuore e lo hanno ridotto in mille pezzi, senza nemmeno pensarci due volte.
Ci sono persone che sono entrate nella mia vita in punta di piedi… e ne sono uscite esattamente nello stesso modo.
Ci sono persone che hanno creato un gran casino, che hanno sconvolto i miei piani, che hanno confuso le mie idee.
Ci sono persone che nonostante tutto, fanno ancora parte della mia vita.
Ci sono persone che sono arrivate e non sono più andate via..
Ci sono persone che, anche se io non le ho mai sentite, ci sono sempre state…
E poi…ci sono persone che non fanno ancora parte della mia vita, ma che tra qualche anno forse, saranno le persone più importanti per me.
Ci sono persone che: nonostante mi abbiano fatto versare lacrime, mi abbiano stravolto la vita…mi hanno insegnato a vivere. Mi hanno insegnato a diventare quello che sono. E.. anche se oggi non le saluto, anche se oggi tra noi resta solamente un sorriso o un semplice ciao, faranno per sempre parte della mia vita.
Io non dimentico nessuno. Non dimentico chi ha toccato con mano, almeno per una volta la mia vita. Perchè se lo hanno fatto, significa che il destino ha voluto che mi scontrassi anche con loro prima di andare avanti.

Luciano Ligabue

Image

Read Full Post »

“Cari figli, per poter essere miei apostoli e per poter aiutare tutti coloro
che sono nella tenebra a conoscere la luce dell’amore di mio Figlio,
dovete avere cuori puri ed umili. Non potete essere d’aiuto affinché mio Figlio nasca e regni nei cuori di coloro
che non lo conoscono, se Egli non regna, se non è il Re nel vostro cuore.
Io sono con voi, cammino con voi come Madre, busso ai vostri cuori:
non possono aprirsi, perché non sono umili. Io prego – ma pregate anche voi, figli miei amati, – affinché possiate aprire
a mio Figlio cuori puri ed umili e ricevere i doni che vi ha promesso.
Allora sarete guidati dall’amore e dalla forza di mio Figlio.
Allora sarete miei apostoli, che diffonderanno ovunque attorno a loro
i frutti dell’amore di Dio. A partire da voi e attraverso di voi agirà mio Figlio, perché sarete una cosa sola. A questo anela il mio Cuore materno: all’unità di tutti i miei figli per mezzo di mio Figlio.
Con grande amore benedico e prego per gli eletti di mio Figlio: per i vostri pastori. Vi ringrazio”.

Immagine

Read Full Post »

Un anno passato è occasione di bilanci: quanto tempo abbiamo riservato a Dio? Quanto ai nostri egosimi?  ……. 

Un anno che è passato, quindi, non ci porta ad una realtà che finisce ma ad una realtà che si compie, è un ulteriore passo verso la meta che sta davanti a noi: una meta di speranza, una meta di felicità, perché incontreremo Dio, ragione della nostra speranza e fonte della nostra gioia.

– Papa Francesco  Te Deum – 31 dicembre 2013 –

Image

Read Full Post »

Vorrei cogliere l’occasione, in questo ultimo giorno dell’anno, di ringraziare ciascuno di voi per avermi accompagnata giorno per giorno nel mio cammino… E’ stato un anno bello, ma difficile costellato da momenti di dolore, tristezza ma anche di grandi momenti di gioia…

Tra questi includo ciascuno di voi che mi seguite sempre!

Il mio augurio per il nuovo anno e’ che il vostro cuore possa essere “leggero” 

Buona fine, ma soprattutto buon inizio a tutti.

qualcosadime

Image

Read Full Post »

Quando la malinconia ci stravolge l’anima, quando ci sembra che nulla abbia più un senso, a chi possiamo rivolgerci? A che cosa possiamo aggrapparci per non venire travolti dallo sconforto? A Dio.

 ROMANO BATTAGLIA

Image

Read Full Post »

Seminare dei ricordi. Nel mio ruolo di padre non ho fatto altro. Ai figli non ho mai pensato di poter insegnare granché, ma fin dall’inizio della loro presenza in casa ho sentito che, attraverso alcune esperienze indimenticabili, potevo mettere nella loro memoria i semi di una grandezza con la cui misura vorrei che vivessero.

Tiziano Terzani

Immagine

Read Full Post »

 Solo per oggi
cercherò di vivere alla giornata senza voler risolvere i problemi della mia vita tutti in una volta.
 Solo per oggi
avrò la massima cura del mio aspetto: vestirò con sobrietà, non alzerò la voce, sarò cortese nei modi, non criticherò nessuno, non cercherò di migliorare o disciplinare nessuno tranne me stesso.
 Solo per oggi
sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell’altro mondo, ma anche in questo.
 Solo per oggi
mi adatterò alle circostanze, senza pretendere che le circostanze si adattino ai miei desideri.
 Solo per oggi
dedicherò dieci minuti del mio tempo a sedere in silenzio ascoltando Dio, ricordando che come il cibo è necessario alla vita del corpo, così il silenzio e l’ascolto sono necessari alla vita dell’anima.
 Solo per oggi,
compirò una buona azione e non lo dirò a nessuno.
 Solo per oggi
mi farò un programma: forse non lo seguirò perfettamente, ma lo farò. E mi guarderò dai due malanni: la fretta e l’indecisione.
 Solo per oggi
saprò dal profondo del cuore, nonostante le apparenze, che l’esistenza si prende cura di me come nessun altro al mondo.
 Solo per oggi
non avrò timori. In modo particolare non avrò paura di godere di ciò che è bello e di credere nell’Amore.

  Posso ben fare per 12 ore ciò che mi sgomenterebbe se pensassi di doverlo fare tutta la vita.

Papa Giovanni XIII 

Image

Read Full Post »

“La gioia di Signore è stata condividere la sua vita con noi. Il Libro della Sapienza dice che la gioia del Signore è fra i figli dell’uomo, con noi. Avvicinandosi il Natale, viene da pensare: se Lui ha fatto la sua storia con noi, se Lui ha preso il suo cognome da noi, se Lui ha lasciato che noi scrivessimo la sua storia, almeno lasciamo, noi, che Lui ci scriva la nostra storia. E quella è la santità: ‘Lasciare che il Signore ci scriva la nostra storia’. E questo è un augurio di Natale per tutti noi. Che il Signore ti scriva la storia e che tu lasci che Lui te la scriva. Così sia!”

( Papa Francesco stamani nella omelia a Casa Santa Marta )

Image

Read Full Post »

«In mezzo alla notte, alle tante notti, ai tanti peccati che noi facciamo, perché siamo peccatori, c’è sempre quella carezza del Signore»

Papa Francesco 26 Marzo 2013

Immagine

Read Full Post »

Il Vangelo del Mercoledì Santo presenta il tradimento di Giuda per 30 denari. Uno dei Dodici, uno degli amici di Gesù, uno di quelli che gli erano più vicini – sottolinea il Papa – parla con i capi dei sacerdoti trattando il prezzo del tradimento. “Gesù è come una mercanzia: è venduto”. Capita “tante volte anche nel mercato della Storia … nel mercato della nostra vita – ha proseguito – quando noi scegliamo i 30 denari e lasciamo Gesù da parte, guardiamo il Signore che è venduto. E a volte noi – afferma il Papa – con i nostri fratelli, con i nostri amici, tra noi, facciamo quasi lo stesso”. Accade “quando chiacchieriamo l’uno dell’altro”. Questo è vendere, e “la persona di cui chiacchieriamo è una mercanzia, diventa una mercanzia. E con quanta facilità – esclama – noi facciamo questo! E’ la stessa cosa che ha fatto Giuda”. Il Papa quindi aggiunge: “Non so perché, ma c’è una gioia oscura nella chiacchiera”. A volte cominciamo da parole buone, ma poi all’improvviso arriva la chiacchiera e comincia quello che il Papa definisce “spellare l’altro”. Ma “ogni volta che chiacchieriamo, ogni volta che ‘spelliamo’ l’altro – ricorda il Pontefice – facciamo la stessa cosa che ha fatto Giuda”. Questo, dunque, l’invito: “mai parlare male di altre persone”. Giuda, quando ha tradito Gesù “aveva il cuore chiuso, non aveva comprensione, non aveva amore, non aveva amicizia”. Così, anche noi quando spettegoliamo non abbiamo amore, non abbiamo amicizia, tutto diventa mercato: “vendiamo i nostri amici, i nostri parenti”. Allora – esorta il Papa – “chiediamo perdono perché lo facciamo all’amico, ma lo facciamo a Gesù, perché Gesù è in questo amico, in questa amica. E chiediamo la grazia di non ‘spellare’ nessuno, di non chiacchierare di nessuno”. E se ci accorgiamo che qualcuno ha dei difetti – conclude il Papa – non facciamoci giustizia con la nostra lingua, ma preghiamo il Signore per lui, dicendo “Signore, aiutalo!”.

Immagine

Read Full Post »

Older Posts »

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: