Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fede’

La fede è come l’uccello che sente la luce e canta quando ancora l’alba è  oscura.

Rabindranath Tagore

Immagine

#frasibelle #frasibellissime #frasiaforsimicitazioni #frasi #qualcosadime

Read Full Post »

Cerchiamo Dio per trovarlo e, dopo averlo trovato, cerchiamolo ancora.
Per trovarlo bisogna cercarlo perché è nascosto;
e dopo averlo trovato bisogna cercarlo ancora, perché è immenso.

Egli sazia chi lo cerca nella misura in cui riesce a comprenderlo,
e dilata la capacità di chi lo trova .

Sant’Agostino

Immagine

Read Full Post »

♥ L’ultima notte da Papa ♥

Non era mai successo di vivere un’ultima notte da papi. Se ci pensate, abbiamo assistito alle notti di agonia, alle veglie funebri, alle commemorazioni. Stavolta, invece, c’è un papa lucido, perfettamente in grado di muoversi, agire e pensare abbia trascorso un’ultima notte nel suo appartamento con le valigie pronte per partire il giorno dopo. Possiamo immaginare la sensazione di serenità nel sapere che la scelta compiuta sta per compiersi ma i suoi pensieri può conoscerli soltanto lui stesso e, forse, il fidato segretario don Georg.

Sappiamo però che non è andato a dormire presto. Le suore adoratrici di san Marino-Montefeltro e i Papaboys hanno organizzato una fiaccolata intorno all’obelisco di piazza san Pietro alle 19. C’erano quasi tremila persone. Alle otto e mezza la gran parte di loro è andata via ma è rimasto un manipolo di una cinquantina di Papaboys e frati con tre chitarre, decisi a tutto. Hanno organizzato una piccola Giornata mondiale della Gioventù con canti e il rosario recitato.

Poco dopo le nove don Georg si è affacciato e ha ringraziato con la mano, l’ultimo saluto ad una piazza che ha deciso di non abbandonare il suo papa. I canti e le preghiere sono andati avanti fino alle 23,45 quando le luci dell’appartamento si sono spente. Benedetto XVI è andato a dormire, i giovani e i frati si sono allontanati quasi in punta di piedi per non disturbare l’ultima notte di un papa.
♥ LA STAMPA ♥ ♥ Noi e LUI ♥

Immagine

Read Full Post »

Non credo 
al diritto dei più forti, 
al linguaggio delle armi, 
alla potenza dei potenti. 
Voglio credere 
ai diritti dell’uomo, 
alla mano aperta, 
alla potenza dei non-violenti. 
Non credo alla razza o alla ricchezza, 
ai privilegi, all’ordine della forza e dell’ingiustizia: 
è un disordine. 
Non credo di potermi disinteressare 
a ciò che accade lontano da qui. 
Voglio credere che il mondo intero 
è la mia casa e il campo nel quale semino, 
e che tutti mietono ciò che tutti hanno seminato. 
Non credo 
di poter combattere altrove l’oppressione, 
se tollero l’ingiustizia qui. 
Voglio credere che il diritto è uno, 
tanto qui che altrove, 
che non sono libero finché un solo uomo è schiavo. 
Non credo che la guerra e la fame siano inevitabili 
e la pace irraggiungibile. 
Voglio credere all’azione semplice, 
all’amore a mani nude, 
alla pace sulla terra. 
Non credo che ogni sofferenza sia vana. 
Non credo che il sogno degli uomini resterà un sogno 
e che la morte sarà la fine. 
Oso credere invece, sempre e nonostante tutto, 
all’uomo nuovo. 
Oso credere al tuo sogno, o Dio, 
un cielo nuovo, una terra nuova dove abiterà la giustizia.

Dorothee Solle, teologa protestante

Immagine

Read Full Post »

Ci sono due tipi di silenzio
“C’è il silenzio tragico dell’incomunicabilità,
e c’è il silenzio della fecondità e del coraggio,
che è proprio di chi rinuncia a farsi sentire all’esterno
per raggiungere nel profondo le radici della verità e della vita.
Il nostro tempo ha bisogno
di riscoprire la fecondità del silenzio,
per superare l’effimero, la dissipazione dei suoni,
delle immagini, delle chiacchiere che troppo
spesso impediscono di sentire la voce di Dio .”
Immagine

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: